Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Menu
Richiesta Prenota
 
 

Passeggiata Gilf

Una delle passeggiate più romantiche della città. Dalla gola formata dal torrente Passirio si snoda su ambi i lati del torrente; la passeggiata della Gilf, voluta dal Dr. Hans Prünster tra il 1879 e il 1880. Essa è botanicamente molto interessante per la presenza di numerose piante subtropicali. È stato necessario far saltare parti della roccia ed erigere muri e archi di sostegno per portare la passeggiata fino alla meta odierna: alla sua fine, direttamente sotto la Polveriera, si può ammirare da una piccola terrazza l'imponente flusso d'acqua che giunge alla gola della Gilf.Solamente dopo pochi minuti di salita si raggiunge il sentiero che porta alla passeggiata Tappeiner e alla Polveriera. Vale la pena affrontare tale ripida gradinata per poi ammirare dalla cima della torre la città e l'intera Val d'Adige.Nel 1960 si costruì il sentiero sito alla riva sinistra del Passirio, tra gola e ponte Romano, che si congiunge alla passeggiata d'Estate. La rete di passeggiate intorno a Merano è così stata completata.

Qualche anno fa fu inaugurato un percorso poetico che si snoda dal ponte Romano alla gola della Gilf. Si tratta di una serie di panchine su cui artisti meranesi hanno inciso a fuoco alcuni versi dei poeti moderni e contemporanei più conosciuti.Fra gli scrittori italiani citati compaiono Mario Luzi, Piero Bigongiari, Maria Luisa Spaziani, Andrea Zanzotto, Edoardo Sanguineti, Giuseppe Conte, Roberto Mussapi e Antonio Manfredi. I versi di lingua tedesca sono ripresi da opere di Rainer Maria Rilke, Christian Morgenstern, Gottfried Benn e tanti altri.
 
Ritorna alla lista